21 Ottobre 2015 – Hill Valley dal vero

Cari amici,

come già sapete tra gli scorsi 17 ottobre e 25 ottobre mi sono recato in California, assieme ad Aquarius e famiglia, per presenziare all’evento che aspettavo da una vita, il 21 Ottobre 2015, e renderne doveroso omaggio per il significato che tale data ha assunto negli anni passati.

Puente Hills MallDopo un viaggio che dal capoluogo giuliano, Trieste, mi ha portato durante il percorso a Monaco e poi Zurigo, finalmente sono arrivato (stanco!) al LAX, l’aeroporto internazionale di Los Angeles.

Dopo una bella doccia e con il fuso europeo che ancora mi regolava mi sono fiondato direttamente a letto!

L’indomani, dopo un curioso modo di noleggiare l’auto, raccolgo con 1 ora di ritardo l’amico Aquarius e famiglia e ci dirigiamo alla bellissima San Diego ove ci siam fermati fino alla mattina del 20 ottobre; una città che ci andrei volentieri a vivere, con bellissime spiagge (farsi il bagno il 19 ottobre è stato gratificante).

Dopo aver visitato lo stupendo Joshua Tree National Park, in serata siamo arrivati al Puente Hills Mall, più noto a noi fan come Twin/Lone Pines Mall ove abbiamo trovato un autentico esercito di fan della trilogia intenti a fotografarsi sia presso l’insegna, posticcia, del Twin Pines Mall (ove anche il sottoscritto ha dovuto attendere diversi minuti di fila), sia presso il furgone di Doc.

All’interno del Mall purtroppo non abbiamo trovato ne una DeLorean ne una mostra a tema come speravamo ci fosse e c’era nelle settimane precedenti.

Ed è arrivato il giorno fatidico. 21 Ottobre 2015.

DMC CaliforniaIn mattinata abbiamo visitato la DMC California ad Huntington Beach per poi spostarci alle classiche location della trilogia piene di fans come noi, ossia in ordine cronologico: Pasadena (Casa di Doc 1955), South Pasadena (Case del 1955 e il famoso albero, dove abbiamo incontrato una nostra vecchia conoscenza di Bushnell ave., il signor McDonald, che ci aveva già immortalato con la sua videocamera nel 2007, a noi come a Nicola, come si può vedere nel video sul sito http://bttfbushnell.com) e infine El Monte (Hilldale 2015).

Riguardo all’ultima location, pur essendo una gated-community, in questa data, la più importante, abbiamo trovato un pieno accesso al vicinato e siamo stati gli unici fans presenti (alla faccia dei ben più costosi tour della concorrenza agli Universal Studios, senza Lloyd e J. Fox che erano invece a New York), con lo stupore dei proprietari delle case che non credevano che venissimo dall’Italia solo per quello! Addirittura una famiglia ci ha ospitato a casa sua a bere un bicchiere di vino, raccontandoci le vicissitudini che portarono sia alla realizzazione del complesso residenziale (nei primi anni ’80 era un campo di golf), sia alle riprese del film nel 1988. Un altro vicino invece ci ha raccontato che per la casa di Marty hanno usato il 3793 Oakhurst st per gli esterni, come già sapevamo, ma per gli interni un’altra casa.

22 Ottobre. Direte, finita qui? NO!

Casa McFlyAl check-out dell’hotel ho avuto il piacere di avere 2 copie del giornale USA Today Hill Valley edition (Marty arrestato), altrettante ne ha avute Aquarius, come “sovracoperta” del vero USA Today di quel giorno. La copertina la conosciamo tutti, ma ho scoperto solo tornato in Italia che è leggermente diversa dal film (il riferimento alla regina d’Inghilterra Diana è sparito); la copertina di Griff e la sua gang che vengono arrestati è invece presente solo in una foto che ritrae Christopher Lloyd in una intervista all’interno del giornale.

Visitati gli interessantissimi Warner Bros Studios a Burbank e dopo la doverosa cappatica al Burger King del film e alla casa di Marty, abbiamo poi percorso la panoramica Mulholland Drive e raggiunto nel tardo pomeriggio il molo di Santa Monica.

Il giorno seguente, il 23, ci siam divertiti tantissimo a visitare, nel Downtown di Los Angeles, diverse location di film tra cui Transformers, Terminator 1 e 2, Fast and Furious e ovviamente il Bradbury Building ove è stato girato Blade Runner.

Dulcis in fundo, dopo esser passati in hotel, in serata siamo andati al Griffith Observatory.

Il 24 abbiam visitato il Getty Musem (o GeDy come pronunciano localmente… ‘sti americani), uno stupendo e modernissimo museo di dipinti e opere d’arte localizzato sulle colline con vista oceano, in cui hanno girato anche alcuni esterni dell’ultimo Star Trek Into the Darkness (panorama editato digitamente per farlo sembrare la baia di San Francisco).

Nel pomeriggio, dopo aver salutato Aquarius e famiglia che nei giorni seguenti avrebbero continuato il viaggio per San Francisco e la Florida, ho lasciato la calda (30 gradi) California, contento, ma anche un po’ triste pensando che il futuro che mi ero immaginato negli anni, anche grazie alla trilogia, è già nel passato.

Il vostro amico nel tempo – Bisiaco

 

Galleria foto

Be the first to comment

Leave a Reply