30 anni di Ritorno al Futuro – Castell’Alfero (AT) 23-24 Maggio 2015

A Castell’Alfero (AT) nel week end 23-24 maggio 2015 si è svolto l’evento 30 ANNI DI RITORNO AL FUTURO, interamente dedicato alla trilogia cinematografica diretta da Robert Zemeckis e prodotta dalla Universal Pictures.
Come sappiamo le tre pellicole si avvalgono delle partiture composte e dirette dal Maestro Alan Silvestri, compositore e musicista americano specializzato nella realizzazione di musiche da film, esponente di spicco dell’entertainment hollywoodiano, cittadino onorario del comune astigiano e per l’occasione ospite d’onore della manifestazione.

Tra le iniziative dell’evento: un convegno e una tavola rotonda a tema, entrambi chiusi rispettivamente da un’intervista e un intervento di Alan Silvestri, mostra sul merchandising della trilogia, mostra antologica dedicata ad Alan Silvestri, mostra di pezzi originali provenienti dai set cinematografici americani, proiezione dei film di Ritorno al Futuro, concerto serale con musiche da film, tra le quali il tema principale di Ritorno al Futuro ed esposizione di ben 7 auto DeLorean DMC-12.

L’evento è stato organizzato dal comune di Castell’Alfero in collaborazione con:
Club Italiano DeLorean, RitornoalFuturo.it, Back To The Future Museum, Colonnesonore.net, Compagnia del fumetto di Asti e Manfont Comics di Torino.

RitornoalFuturo.it era presente con l’esposizione di alcuni oggetti di merchandising, il mercatino di props e souvenirs a tema e il set fotografico con l’orologio della Torre.

Non sono mancati i momenti conviviali dove i fan hanno potuto tra l’altro gustare ottimi piatti e vini piemontesi, oltre a condividere la stessa passione per la trilogia, scambiare aneddoti, esperienze, curiosità.

A questo link il programma dettagliato e i crediti:
http://www.ritornoalfuturo.it/download/30annidiritornoalfuturo-programma.pdf

Di seguito il video dell’esecuzione live del tema principale di Ritorno al Futuro a cura della Filarmonica Felettese.

Galleria foto

Be the first to comment

Leave a Reply