Back To The Future – The Game

Back To The Future The Game - LocandinaBack To The Future – The Game
(di Logan McFly)

Scheda Tecnica
Genere: Avventura Grafica
Ambientazione: Stati Uniti D’America
Tema:Avventura, Fantascienza, Ritorno al Futuro
Sviluppatore:Telltale Games, Iron Galaxy Studios (Wii)
Distributore Retail: Deep Silver
Lingua: Inglese, Tedesco, Francese (Con sottotitoli in Italiano non ufficiali)
Piattaforme: PC Microsoft Windows, Mac OS X, Playstation 3, Wii, iOS
Data di Uscita: Dal 22 Dicembre 2010 al 4 Maggio 2012 (Versione completa)
Sito Ufficiale: http://www.telltalegames.com/backtothefuture/

Produttore: Brett Tosti
Artisti: Derek Sakai
Designers: Michael Stemmle, Andy Hartzell, Jonathan Straw
Compositore: Jared Emerson-Johnson
Collaborazione Storia: Bob Gale

Vai alla galleria

Ritorno al Futuro!

Chi non ha mai sentito parlare di Ritorno al Futuro nella sua vita? Molti (si spera pochi) si staranno chiedendo cosa può essere, ma la maggior parte delle persone, anche quelle meno informate sanno sicuramente di cosa sto parlando. Tutto iniziò con l’uscita nel 1985 del famosissimo film diretto dal famoso trio Steven Spielberg, Robert Zemeckis e Bob Gale con il titolo originale “Back To The Future”, che vede come protagonisti il Dr. Emmett “Doc” Brown, uno scienziato che dopo una vita dedicata alla scienza riesce a trasformare un’automobile sportiva in una macchina che è in grado di viaggiare nel tempo, e il suo amico più giovane Marty, che per documentare tutto viene inevitabilmente coinvolto per errore nelle avventure che lo riporteranno indietro nel tempo, conoscendo anche i suoi giovani genitori nel passato per poi riuscire a tornare indietro. Non solo le loro vite ma anche il tempo e la famiglia con cui Marty è venuto a contatto inevitabilmente vengono cambiati, per cui nascono negli anni successivi, rispettivamente nel 1989 e nel 1990, Ritorno al Futuro II e III.

Ma non sono qui solo per parlarvi della serie di film. Il successo e i milioni e milioni di fan in tutto il mondo hanno portato il franchise e la Universal Pictures (lo studio cinematografico) a produrre una serie animata, giochi da tavolo, gadget di ogni tipo, cofanetti speciali con DVD e Blu-Ray, siti dedicati, musical, video e citazioni. Oggi vi presento, dopo successi più o meno buoni nel campo dei videogiochi anni 90, il nuovo Back To The Future: The Game!

Telltale Games e Universal

Il nuovo videogioco nasce ormai 5 anni fa da un’idea congiunta di Telltale Games, esperta software house e sviluppatrice di videogiochi americana, principalmente specializzata in avventure grafiche (ricordiamo la famosa serie Sam & Max, Tales of Monkey Island, ma anche i recenti Jurassic Park, The Walking Dead e The Wolf Among Us) e la Universal Pictures con Bob Gale collaboratore, che come sappiamo detengono i diritti di Ritorno al Futuro.

Per chi non la conoscesse, Telltale Games ci ha abituati ai suoi videogiochi non completi sin dall’inizio, cioè divisi in episodi, solitamente 5, che vengono rilasciati con cadenza mensile dalla prima data di rilascio e che si vanno ad aggiungere alla storia principale. Ma quello che colpisce è la qualità dello stile grafico che Telltale usa per ricreare i suoi mondi, e anche quello ricreato per continuare le avventure di Marty e Doc non è sicuramente da meno!

Grafica

BTTF The Game - MenuParliamo subito della componente chiave di questo titolo. Molti videogiocatori, soprattutto quelli più esperti in materia, all’annuncio del videogame da parte di Telltale e conoscendo i suoi lavori furono un po’ scettici, specialmente quando vennero presentate le prime immagini in-game e gli artwork (disegni) dei personaggi. Nonostante la grande campagna di promozione effettuata, la grafica orientata verso il mondo cartoon digitalizzato usata principalmente per i personaggi non piacque a tutti.

Dopo aver giocato il primo episodio alle porte del Natale 2010 però, tutti o quasi si son dovuti ricredere. Anche il sottoscritto sperava in una grafica diciamo… un pochino più adulta per rappresentare il suo film preferito, ma a distanza di 4 anni posso confermare e affermare, dopo aver provato il gioco per ben 3 volte (e le recensioni positive lo dimostrano) che la qualità grafica regalataci dagli artisti e dai designer di Telltale, nonostante i gusti personali di ognuno, è veramente ben fatta e strutturata, cosi come l’interfaccia di gioco, adattandosi bene alla storia, ai personaggi e alle ambientazioni a cui ci hanno abituato i film.

Gameplay

Marty McFly negli anni 30Il gioco è rappresentato in terza persona e possiamo spostare e controllare facilmente Marty con l’uso dei tasti direzionali, mouse o gamepad, non come accade tradizionalmente nelle avventure grafiche punta e clicca.

L’interfaccia di gioco è molto semplice, quella che appare quando controlliamo Marty si presenta essenziale ma è anche molto efficace ed immediata.
Abbiamo un pulsante di aiuto in alto a sinistra indicato con un punto esclamativo, che ci consente di vedere lo stato e in pratica il nostro prossimo obiettivo nella storia, e l’inventario a destra indicato da una mano, dove è possibile tenere tutti gli oggetti che si dovranno usare per proseguire nella storia, dalla chitarra di Marty agli oggetti improvvisati.
Abbiamo poi il punto interrogativo, che rappresenta gli aiuti (il giocatore può ricorrere a questo pulsante nel caso si rimanesse bloccati durante gli enigmi), l’ultimo pulsante indicato da un orologio che ci racconta la storia percorsa e dove, come e quando siamo, e infine ovviamente il cursore (a forma di flusso canalizzatore) con il quale possiamo selezionare oggetti, cose o persone con cui Marty può interagire direttamente.

Marty e Doc

Tutti i titoli Telltale e generalmente tutte le avventure grafiche simili hanno un gameplay abbastanza o del tutto lineare; le scelte del giocatore si riducono al semplice uso degli oggetti che potremo trovare lungo l’avventura e al dialogo con i personaggi.

Per quanto riguarda gli ambienti di gioco, che sono veramente ben fatti, si va da quelli ristretti e interni per poche scene a quelli esterni più spaziosi, ma pur sempre limitati perché Hill Valley nel gioco non è completamente e liberamente esplorabile.
Quando parliamo con un personaggio, ad esempio il giovane Doc, abbiamo la possibilità di scegliere quale argomento trattare per primo e a che obiettivo dedicarci per procedere, ma la scelta finale sarà comunque la stessa indipendentemente da quello che scegliamo.

Telltale ovviamente ha anche inserito nel gioco degli enigmi tra un dialogo e l’altro per rendere più dinamico il tutto, ma la storia risulta comunque molto facile da completare; una volta che si riescono a sbloccare, difficilmente resteremo fermi perché non capiamo come proseguire. Il tutto ovviamente è condito con un po’ di comicità e situazioni divertenti!

Storia

Doc e Marty al Twins Pines MallCome abbiamo detto il gioco è ambientato a Hill Valley e nei dintorni, la città fittizia californiana che tutti i fan conoscono molto bene, ma il periodo varia più volte. Nel primo episodio, dopo un’introduzione che tutti conosciamo, si parte dal 1986, un anno dopo che Doc scompare insieme alla sua nuova famiglia sul treno del tempo. Marty deve affrontare la vendita della casa/garage e delle sue cose da parte della banca per via dei debiti contratti da Doc, ma non sa dove si trovi e vuole impedire che i suoi progetti e le sue cose finiscano in mani sbagliate.

Dopo una discussione con suo padre George e con Biff, una DeLorean appare all’esterno del garage e dopo aver trovato qualche indizio Marty parte nel passato per salvare Doc, che è rimasto intrappolato. Da qui parte tutta l’avventura che coinvolgerà Doc, lui, la sua famiglia e quella dei suoi amici, oltre ovviamente alla famiglia Tannen che cercherà come sempre in tutti i modi di intralciarci il cammino; il tutto tra continui paradossi temporali e colpi di scena, lasciando il giocatore stupito e incuriosito fino alla fine di ogni episodio.

Sembra comunque che fortunatamente tutto non finisca con il quinto episodio. Non vi svelo il finale, ma dai titoli di coda si deduce che i ragazzi di Telltale abbiano intenzione nel futuro di riprendere il progetto, chissà, magari proprio in occasione del 30° Anniversario della serie nel 2015. Vi terremo aggiornati!

Sonoro e lingua

In Back To The Future The Game, grazie anche alla partnership con la Universal Pictures, si potranno risentire i vecchi brani e i suoni che hanno reso celebri i tre film, dal rombo della DeLorean passando per le famose canzoni Back in Time e The Power of Love, oltre a musiche più personalizzate da Telltale e dal compositore Jared Emerson-Johnson riprendendo comunque le atmosfere originali.
Per il doppiaggio i ragazzi di Telltale e Bob Gale hanno pensato di rendere più realistico il tutto chiamando per quanto riguarda la voce di Doc e di Jennifer niente meno che Christopher Lloyd e Claudia Wells, non Michael J. Fox che troveremo solo in una scena del quinto episodio, a sostituirlo per tutti gli episodi però c’è il bravissimo AJ LoCascio che riesce ad imitare ed a gestire perfettamente il giovane Marty, il che lo rende praticamente uguale. Il doppiaggio è veramente ottimo nella lingua Inglese anche per quanto riguarda gli altri personaggi e si adatta perfettamente a tutte le situazioni.

Purtroppo però nonostante l’ottimo doppiaggio originale, i fan italiani di Ritorno al Futuro sono rimasti un po’ delusi dalla mancata localizzazione nella nostra lingua. A colmare questa lacuna (almeno per quanto riguarda i sottotitoli) c’ha pensato un gruppo di fan italiani, che si è messo al lavoro per tradurre tutti e 5 gli episodi, e che menzionerò qui sotto.

Dove trovare il gioco?

Il gioco come già detto sulla scheda tecnica è disponibile su diverse piattaforme e in vari modi. E’ possibile trovarlo in versione digitale e completa di tutti gli episodi per PC & Mac OS X sul sito ufficiale di Telltale Games a 24,99 €, andando su Buy Now e dopo aver effettuato la registrazione potrete scaricarlo comodamente. Per Playstation 3 invece è scaricabile dal Playstation Network.

Per le versioni cartacee o fisiche viene distribuito da Deep Silver con contenuti extra; potete trovarlo nei migliori negozi di videogame o tramite internet (io vi suggerisco Amazon che è economico, ma è disponibile anche su altri siti) per PC a 8,80€, per PS3 e Wii a 19,99€.

Traduzione in Italiano: potete trovare e scaricare gratuitamente i sottotitoli in italiano qui; per inserirli nel gioco potete chiedere a me o seguire la guida riportata sul sito. A nome di RitornoalFuturo.it voglio ringraziare i ragazzi che hanno fatto questo fantastico lavoro di traduzione per il gioco!

The Michael J. Fox Foundation: acquistando il gioco e supportando gli sviluppatori e la Telltale Games si contribuirà anche alla raccolta fondi della fondazione di Michael per la ricerca sul Parkinson!

Qua potete trovare il primissimo trailer di Telltale Games per la presentazione della serie!

Voti e commento – Ritornoalfuturo.it

Voti da 1 (basso) a 10 (elevato).

Storia 9
Gameplay 8,5
Grafica 8
Realismo 7,5
Sonoro 9
Comandi 8,5
Difficolta 7,5
Ambientazioni 9

Voto Finale: 9

Pro
E’ Ritorno al Futuro!
Dialoghi, Storia e Sonoro originali
Graficamente accattivante!

Contro
Longevità ridotta
Enigmi abbastanza facili

Back To The Future The Game ha ricevuto critiche positive da tutti ed è un videogioco abbastanza particolare per il suo genere. Tutto il successo però è dovuto soprattutto alla fedeltà delle ambientazioni, le sensazioni e l’humor a cui la famosa saga cinematografica ci ha abituato. Man mano che si va avanti con la storia ci si immedesima sempre di più. Lo consiglio vivamente a tutti, prima di tutto ai fan, a quelli che non ci hanno mai giocato, ma anche a chi non conosce il fantastico universo di Ritorno al Futuro, dopo ovviamente aver recuperato i film. ;)

Gli episodi con i sottotitoli in italiano

Di seguito trovate i link di YouTube dove potete godervi tutti gli episodi del Gameplay in alta definizione e sottotilotato in italiano!

Un ringraziamento ai player MrX e ITAFanDub3 del canale “La Tana di MrX” per i video. ;)
Potete trovarli nel loro canale dedicato ai videogames qui: http://www.youtube.com/user/LaTanaDiMrX/

Introduzione

Episodio 1 “Era Ora” – Parte 1/Parte 2/Parte 3

Episodio 2 “Arrestate Tannen” – Parte 1/Parte 2

Episodio 3 “Cittadino Brown” – Parte 1/Parte 2

Episodio 4 “Punti di Vista” – Parte 1/Parte 2/Parte 3

Episodio 5 “Outatime” – Parte 1/Parte 2/Parte 3 (Finale)

 

Vai alla galleria

 

Logan McFly

3 Commenti

  1. Ciao, il mio non è un commento ma + una richiesta! Io ho acquistato il gioco già da un po’ di tempo, ma essendo in inglese, non l’ho ancora giocato dall’inizio alla fine e ora che so che si può scaricare la traduzione in sottotitoli in italiano, volevo capire bene come fare perché dal sito dove lo si deve scaricare nn capisco bene la procedura da seguire e dato che nn sono una maga dei computer nn vorrei fare qualche casino (se si può evitare); mi puoi aiutare tu?
    Grazie attendo una tua risposta!

    • Ciao Ilaria,

      Certamente, ti posso dare una mano io 🙂

      Allora prima di tutto la patch che serve a traduttre il gioco è universale e funziona sia su PC Windows che su Mac, ma le modalità per inserirla sono un pò diverse.

      Vai in questa pagina http://bttfinitaliano.altervista.org/index.html dove sono presenti tutte le traduzioni per ogni capitolo del gioco.

      Scarica le patch cliccando sul pulsante “Download Patch 3.0” e salvale sul tuo computer, ti consiglio di creare una cartella apposita suddivisa per episodi, una volta scaricate devi estrarre i contenuti (perchè si tratta di cartelle compresse) ti consiglio di scaricarti WinRar http://www.winrar.it per estrarre i contenuti.

      Una volta estratto tutto devi inserire il file “0.ttarch”

      Nella versione PC Windows:
      Nella sottocartella “Pack” della cartella di Back to the Future che si trova in C:\Programmi\Telltale games\Back to the Future The Game\Episode 1\pack

      Nella versione MAC:
      Clicca con il tasto detro sull’applicazione Back To The Future e poi su “Mostra contenuto pacchetto”. Infine, copia il file 0.ttarch nella cartella Content/Resources/Pack che vi trovi all’interno.

      Una volta inserito il file come da istruzioni avviato il gioco dovrebbe essere presente la lingua italiana, ricordati di attivare i sottotitoli dalle impostazioni. Se hai bisogno di altre informazioni sono qui 🙂

      Ciao, Fabio!

1 Trackback / Pingback

  1. BackToTheFuture: The Game rimasterizzato - Ritorno al futuro

Leave a Reply