Ritorno al futuro
      Vai al sito

Un'auto che vola verso il futuro

Sezione dedicata ai racconti dei fan sulla propria passione per Ritorno al Futuro.

Moderatori: Marty McFly, Logan McFly

Un'auto che vola verso il futuro

Messaggioda Alessio » mer 19 mar, 2014 1:01 am

Potrei dire che Ritorno al futuro è il mio film preferito in assoluto e aggiungere tanti altri aggettivi superlativi, ma forse non renderei l’idea. Di sicuro posso dire che è un film che sta al primo posto nelle mie preferenze per molteplici aspetti.

La prima volta che ho visto il film è stata nel Gennaio 1989, era in prima visione in TV. Avevo 12 anni, un’età in cui non si è più bambini spensierati, in cui ogni cosa che facciamo e vediamo può influenzare le nostre passioni e preferenze per il resto della vita. Lo vidi da solo e rimasi incollato alla TV per tutto il tempo, affascinato da tutto: la storia, i personaggi, gli effetti speciali e soprattutto il tema del viaggio nel tempo e come esso avveniva in maniera così realistica e fantascientifica allo stesso tempo.

La suspance provata mentre la DeLorean corre verso la scarica del fulmine non ha avuto uguali in tanti altri film che ho visto e tuttora la scena mi lascia col fiato sospeso. Per non parlare poi della scena finale, un’auto che vola verso il futuro. Col tempo l’ho paragonata alla metafora della vita che vuole ogni giorno come l’inizio di una nuova avventura. Ho riconosciuto quindi in essa un messaggio di speranza e ottimismo. Un’atteggiamento verso il futuro che era largamente diffuso in quegli anni, soprattutto se rivolto ben oltre l’anno 2000, che allora sembrava molto lontano. Forse proprio da quella prima visione iniziai anche ad avere la consapevolezza di cosa fosse il tempo e lo scorrere di esso.

Dopo la visione ero talmente influenzato che ne ripetevo le scene mentalmente e a volte, quando mi trovavo da solo, anche a voce alta. Giocando con le Lego ricostruii la cittadina e le scene. Iniziai poi a cercare e mettere da parte ogni tipo di materiale, giornali, riviste e registrazioni in TV dei film, di servizi e spot. Iniziai anche ad andare su uno skate, ma i risultati ovviamente erano al di sotto delle aspettative.

Devo dire che questa passione mi stava un po’ isolando dal mondo reale, anche perché non conoscevo altri appassionati e quindi la vivevo da solo.
Non avendo qualcuno con cui condividerla, tutto sarebbe potuto finire presto, come una qualsiasi voglia passeggera giovanile, ma non fu così. Vidi il secondo film al cinema e poi il terzo, e la passione continuò con altrettanto entusiasmo. Facevo corrispondenza con italiani e stranieri: mi facevo inviare materiale su Michael J. Fox e Ritorno al futuro in cambio di articoli su loro attori o attrici preferite. Quando dettero i cartoni animati in TV mi alzavo presto la mattina per vederli e registrarli. Poi cercavo le videocassette dei film e dei cartoni nelle varie videoteche.

Tutto questo fino al 1994 circa, poi le corrispondenze piano piano cessarono e la vita e la crescita mi imposero di seguire altre cose. L’esame di maturità, il militare, la ricerca disperata di lavoro e poi il lavoro stesso che mi portava via tutto il tempo.
Riguardavo però il film e scoprivo sempre nuovi dettagli e anche nuovi spunti di riflessione. Su tutti il fatto che ogni azione che facciamo, anche piccola, provochi conseguenze e a volte possa determinare un futuro anziché un altro.
Devo dire che nonostante il film mi abbia a volte isolato dalla vita e dalle persone, mi ha insegnato molte cose proprio su di essa. I messaggi che ha trasmesso, attraverso le parole e le azioni dei personaggi, mi hanno sempre aiutato e spronato ad affrontare la realtà, anche nei momenti più difficili.

Sul finire del 2004 cambiai lavoro. Mi dedicai a tempo pieno alla grafica e al webdesign, che già erano miei hobby. Avendo più tempo libero a disposizione ricominciai a dedicarmi di più alla passione per Ritorno al futuro. Uscivano i DVD e i vari cofanetti della trilogia, nonché tanti altri gadgets. Quindi ero felice di collezionare tutto quello che potevo.

Il resto è storia recente. L’approccio con il sito Ritornoalfuturo.it lo ebbi nel 2007, da primo come semplice visitatore, incuriosito e attratto dai raduni che venivano fatti. L’idea di condividere la passione con altri, cosa che non avevo mai fatto e che mi sembrava impossibile fino allora, mi piaceva sempre di più.
Mi iscrissi al forum, portai in digitale i cartoni animati per condividerli e nel 2008 partecipai al raduno a Cattolica, dove conobbi altri fan e Nicola, webmaster e organizzatore.

Nel 2010 mi sono tolto la soddisfazione di andare in California per 10 giorni e di visitare gran parte delle location dove sono stati girati i film. Vedere quei luoghi dal vivo dava proprio la sensazione di essere dentro al film. In più ho avuto il piacere di incontrare di persona Kevin Pike e Jeffrey Weissman.

In seguito alla scomparsa di Nicola mi proposi per dare una mano in tutto, dal sito ai raduni. Sono rimasto quindi a disposizione in attesa dell’evolversi della situazione, finché nel 2013 sono diventato io stesso webdesigner e amministratore del sito. Una soddisfazione immensa per me e un onore, ma un incarico che richiede anche impegno e responsabilità.

In futuro spero di realizzare tanti altri progetti e propositi, e perché no inseguire anche i sogni più impossibili. In fondo come insegna il film, il futuro non è ancora stato scritto e se mi ci metto con impegno posso raggiungere qualsiasi risultato.

Alessio
Allegati
100_1972.JPG
Con la DeLorean modificata
100_1873.JPG
Sulla location della scena finale del terzo film
Marty: "Accidenti Doc!! Perchè hai strappato quella lettera!?...
Se avessi un po' più di tempo...
Ehi, un momento... Ho tutto il tempo che voglio, ho una macchina del tempo,
posso tornare indietro più presto e avvertirlo..."
Avatar utente
Alessio
Web-Admin
 
Messaggi: 749
Iscritto il: gio 13 dic, 2007 1:46 am
Località: Pisa

Re: Un'auto che vola verso il futuro

Messaggioda ragazzo del futuro » ven 28 mar, 2014 21:34 pm

Non mi ricordo bene quanti anni avevo quando ho visto per la prima volta "Ritorno al Futuro"..forse 8 o 9 anni. Mi ricordo però che era autunno e non era bel tempo fuori. Vidi la trilogia che venne trasmessa su Italia 1 per 3 sere di fila durante la settimana. Credo che sia stata l'unica volta che abbiano trasmesso i film una sera dopo l'altra. Comunque dal titolo mi aspettavo che il protagonista andasse nel futuro ma quando è andato nel passato sono rimasto un pò perplesso..però mi piacque comunque. Nel secondo episodio fui accontentato e poi il terzo fu quello che mi piacque proprio..perchè finiva in grande stile. Cassette di quel film non le trovai e così passò un pò di tempo prima di rivederli..anche perchè questa trilogia mi ha preso davvero a 10 anni e da quel momento è diventato il mio film preferito.
Certe storie, semplicemente non finiscono mai di essere raccontate. 1885, 1985, 2015...Leggenda
CLICCA QUI PER LA MAGIA --> https://www.youtube.com/watch?v=IUSg2IkaeS8
Avatar utente
ragazzo del futuro
Cittadino Onorario di Hill Valley
Cittadino Onorario di Hill Valley
 
Messaggi: 1876
Iscritto il: lun 24 ago, 2009 12:15 pm
Località: Hill Valley

Re: Un'auto che vola verso il futuro

Messaggioda Logan McFly » sab 05 apr, 2014 19:10 pm

Spero un giorno di poterle visitare anche io quelle fantastiche location ma non solo, devo ancora farmi un vera collezzione di Ritorno al Futuro oltre che qualche maglietta, un modellino e un volantino, per adesso rimangono solo teorie :(

In parte posso dire di aver provato la stessa passione e le stesse emozioni di Alessio quando vidi la prima volta il film, la mia prima volta fu nel 1999' alle porte del 2000 prima di Natale, avevo 6 anni un sabato sera annoiato mio padre mi consigliò un film, che lui diceva essere uno dei più belli che aveva mai visto (in realtà me l'aveva consigliato centinaia e centinaia di volte) e io rispondevo sempre la stessa cosa: "No, non lo voglio vedere, non mi piace, è brutto", a cena pur con le mie proteste, mise la cassetta (registrata nel 95 mi pare) nel videoregistratore e il film iniziò, dopo il primo minuto mi piaque così tanto che per seguirlo non guardai più il piatto dove stavo mangiando, quanto ero ingenuo allora, un sera fantastica, non me la scorderò facilmente :wink:
Doc Emmett-Brown: Il vostro futuro non è ancora stato scritto, quello di nessuno. Il vostro futuro è come ve lo creerete. Perciò createvelo buono!
Avatar utente
Logan McFly
Cittadino Speciale di Hill valley
Cittadino Speciale di Hill valley
 
Messaggi: 874
Iscritto il: mar 20 ago, 2013 22:20 pm
Località: Sardinia Valley


Torna a I RACCONTI DEI FAN

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron