StarCon 2017 con Christopher Lloyd

StarCon – 27 e 28 Maggio 2017 – Chianciano Terme (SI)
Ospite Christopher Lloyd

Foto ufficiali: http://www.stic.it/foto-attori/starcon%202017.html

Alzi la mano chi non conosce Christopher Lloyd. Con ogni probabilità molti appassionati di cinema saranno già partiti nel citare i tanti ruoli che l’attore originario di Stamford, nel Connecticut, ha interpretato nella sua più che quarantennale carriera. Altrettanto probabilmente a questo punto, anche i più distratti avranno cosi realizzato di chi si sta parlando, appena sentito del simpatico zio Fester nei due film de “La famiglia Addams” piuttosto che il giudice Morton (Doom nella versione originale) nell’allora avveniristico “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” che mescolava attori in carne ed ossa e cartoni animati. Ma il personaggio che più di tutti è rimasto impresso nell’immaginario collettivo è quello del geniale Doc Brown di “Ritorno al Futuro”, che a distanza di oltre trent’anni ancora tanta soddisfazione regala al suo interprete.
Ma ridurre la carriera di Lloyd a tre o quattro personaggi, per quanto di successo, è oltre modo riduttivo per un attore che ha interpretato oltre centoventi personaggi fra grande e piccolo schermo, spaziando fra tutti i generi, senza contare gli innumerevoli lavori in teatro, a Broadway, dove era di casa agli albori della sua carriera.
Immaginate quindi l’emozione di chi ha avuto la fortuna di trovarsi di fronte uno degli eroi della sua infanzia, di potergli stringere la mano, farci una foto e due fugaci parole e sentirlo raccontare aneddoti gustosi e divertenti sulla lavorazione dei suoi film o sulla sua carriera. Si scopre cosi, più del vip che ti aspetteresti, una persona assolutamente umana nella sua sincerità e nelle sue difficoltà. Come quando chiede all’interprete che gli traduce le domande dei fans di ripetergli l’ultimo quesito che non ricorda o quando fa sorridere tutti i presenti narrando un divertente episodio avvenuto durante la lavorazione del terzo “Back to the Future”, il suo preferito fra i tre della serie.
“Dovevamo girare questa scena in cui Doc aziona una macchina nel vecchio west per fare il ghiaccio, quindi deposita una scodella, raccoglie il cubetto, arriva il treno che porta Clara che si vede dalla finestra e Doc dice la sua battuta. Nel farla c’ era sempre qualcosa che non andava, la macchina spesso si inceppava oppure il treno non arrivava nei tempi giusti. Abbiamo rifatto questa scena almeno venticinque volte. Quando finalmente tutto va per il verso giusto, scende il cubetto, il treno è in orario io vado a sbagliare la mia battuta! In quel momento mi sono sentito morire!”.
Ma Chris Lloyd è anche simpatia, come quando è lui a fingere di tradurre alla sua interprete la domanda fatta in inglese da un appassionato, scatenando risate e applausi a scena aperta. Per non parlare di quando ha esclamato un italianissimo “Grande Giove!” che ha fatto venire giù la sala del Centro Congressi Excelsior di Chianciano Terme. O della disponibilità massima data ad ogni singolo fan, cui non ha mai mancato di regalare un sorriso, una battuta, un’ espressione delle sue, prestandosi a regalare gioia a chiunque gli si presentasse davanti e con qualunque oggetto della trilogia e non, da mostrargli. Tanto per la cronaca, nei due giorni ha fatto non meno di trecento foto (solo quelle da programma, senza contare quando era a cena o nei momenti privati) e altrettanti autografi e strette di mano eppure chi vi scrive (il quale vi assicuro lo ha osservato da vicino e a lungo) non lo ha mai visto un solo momento annoiato o stanco, come pure un signore di quasi ottanta anni avrebbe avuto diritto di esserlo, dopo aver trascorso un lungo tempo in piedi, a ricevere l’ affetto dei suoi sostenitori.
Infine, capisci la sua bravura quando in un istante il tranquillo e dinoccolato Mr. Lloyd a comando, dal niente ti tira fuori l’ espressione tipica di Doc che guarda il suo orologio e allora si, non puoi che ammirare quello spettacolo dal vivo, a pochissimi metri da te e sentirti fortunato ad esser testimone di tutto questo, tanto per parafrasare una delle sue battute da Doc Brown.
Naturalmente la StarCon 2017 di Chianciano Terme è stata l’occasione per far incontrare anche altri artisti di fama internazionale come Colm Meaney, Anthony Daniels, Catherine Schell, Colin Baker, Chase Masterson e tantissimi altri ai fans anche di altre realtà quali Star Trek, Doctor Who, Star Wars, Battlestar Galactica, Ghostbusters e tanti altri. Una menzione particolare meritano poi gli stand presenti al “Palamontepaschi” presi d’assedio dai fans, con i vari club italiani fra cui quelli di “Ritorno al Futuro” e “Ghostbusters” che, come tanti altri, hanno contribuito a far divertire grandi e piccini. Ma elencare tutte le attività dello StarCon è impresa ardua, fra cosplay, proiezioni, conventions, eventi vari e incontri con personaggi assortiti pertanto per non fare torti a nessuno vi rimandiamo al sito ufficiale della manifestazione: http://starconitalia.it/.

Fabio Marini

Altre foto