StarCon 2019 con Donald Fullilove

StarCon – 11 e 12 Maggio 2019 – Bellaria Igea Marina (RN)

Dopo Christopher Lloyd nel 2017 e Claudia Wells nel 2018, la StarCon per il 2019 ha chiamato come ospite, tra gli altri, Donald Fullilove, ovvero il nostro caro Sindaco di Hill Valley “Goldie” Wilson. Un personaggio secondario di Ritorno al Futuro, ma di sicuro rimasto impresso nella memoria dei fan per tanti motivi. Per la sua simpatia e per la sua storia, simbolica per una democrazia come quella degli USA, dove anche un cameriere di colore può diventare Sindaco, seppure dopo 30 anni. E naturalmente perché rappresenta l’autorità di Hill Valley, cittadina che facendo da sfondo alle vicende di fatto è protagonista non solo del primo film ma dell’intera trilogia.

Oltre a Donald Fullilove, ospiti di spicco della StarCon 2019 sono stati Doug Jones (I Fantastici 4 e Silver Serfer, Il Labirinto del Fauno, Star Trek), Julian Glover (Doctor Who, Star Wars, Indiana Jones e l’Ultima Crociata), Marina Sirtis (Star Trek, Stargate SG-1), Miltos Yerolemou (Il Trono di Spade) e il nostro Vince Tempera, noto compositore e produttore non solo di famosi cantautori italiani ma anche di molte sigle di cartoni animati (Ufo Robot, Daitan 3, Capitan Harlock, ecc).

A differenza dei due anni precedenti la StarCon 2019 si è svolta al Palacongressi di Bellaria – Igea Marina in provincia di Rimini. In realtà è stato un ritorno a casa per la StarCon, ovvero un ritorno sul luogo dove si è svolto abitualmente; Chianciano Terme, location nei due anni precedenti è stata dunque una parentesi.

Dopo mesi di attesa siamo giunti carichi e motivati al weekend dell’11-12 Maggio, per quello che è stato il primo appuntamento dell’anno del Ritorno al Futuro Club Italiano. In pieno inverno sognavamo questi giorni in riviera come l’occasione per un primo assaggio d’estate, magari sul lungomare in bermuda e con gli occhiali da sole. Invece freddo, vento e pioggia l’hanno fatta da padrone. Tutto il mese rimarrà nella storia come il Maggio più freddo degli ultimi 60 anni.
Comunque nel pomeriggio di venerdì 10, all’arrivo, abbiamo trovato un tempo abbastanza gradevole, seppure ventoso. Chi vi scrive (Alessio) è stato l’ultimo ad arrivare. Gli altri compagni di questa avventura infatti erano già in postazione. Matteo all’esterno dell’edificio con la DeLorean già parcheggiata in esposizione. Maui, Monica e Andrea già allo stand, situato all’interno appena si entra.
E’ stato emozionante ritrovare amici che per un anno hai sentito solamente tramite chat e social, ma che ti conoscono bene perché hanno la stessa passione per Ritorno al Futuro. Come è stato un attimo ritrovarsi in un clima di gioia e spensieratezza, circondati da stand pieni di gadget, ognuno appartenente al proprio piccolo mondo, che può essere un film o una serie TV.

L’edificio non è enorme, ma ha tutto ciò che serve per un evento. All’ingresso c’è un ampia hall che si estende per largo, dove sono piazzati gli stand. Di fronte, al di là di un grosso sipario, si accede alla sala conferenze, anch’essa ampia e attrezzata di palco, proiettore, ecc… Di lato si accede a un’altra sala allestita con le varie postazioni dove gli ospiti incontrano i loro fan e concedono foto e autografi. Adiacente a questa c’è anche un bar con saletta per colazioni e pasti veloci.

Il venerdì c’è stato giusto il tempo per allestire lo stand, per organizzarci nelle attività e per fare le prime conoscenze coi visitatori venuti alla StarCon. Passate le 19 siamo andati a fare il check-in al nostro albergo, situato proprio sul lungomare di Bellaria, a 5 minuti di auto dal Palacongressi.
Per la cena, dopo qualche giro nella zona, siamo finiti in un locale tipo Irish pub, uno dei pochi aperti dal momento che la stagione turistica ancora non era iniziata. Tanta era la fame che ci siamo ingozzati di piadine e panini, e di birra, al punto che abbiamo optato prima di andare a letto per una passeggiata sul lungomare. Nonostante fosse deserto siamo stati bene tra noi a chiacchierare a 360 gradi e questo non ha fatto che rinsaldare la nostra amicizia. Poi la stanchezza ha avuto il sopravvento e siamo rientrati.

Sabato 11, dopo una buona colazione, siamo ritornati al Palacongressi. Alle 10 sono iniziati a entrare i primi visitatori della giornata, che da subito sono rimasti ammaliati dai vari oggetti che avevamo messo in esposizione. Alle 11 c’è stata una breve conferenza dove Donald Fullilove ha ripercorso la sua carriera, fatta di partecipazioni come attore in alcuni film negli anni 80, ma soprattutto della sua attività di doppiatore per molte serie TV che lo ha tenuto impegnato nei decenni successivi.

Dopo la conferenza Donald è venuto al tavolo del nostro stand per fare gli autografi. Finalmente lo abbiamo avuto vicino e abbiamo potuto fare conoscenza diretta col nostro mitico Sindaco “Goldie” Wilson, venuto appositamente dagli USA per questo evento. Berretto da baseball in testa, piercing all’orecchio e maglietta e pantaloni che rivelavano il suo fisico snello e in forma smagliante. Se non avessimo saputo chi era e che età aveva (60 anni) avremmo detto che era un nostro coetaneo. Dopo aver gustato un bombolone alla crema, Donald ci ha concesso una video intervista. Giacomo Testini, giornalista di Tele Idea, già presente ai due precedenti appuntamenti della StarCon, munito di microfono si è quindi messo in posizione accanto a Donald e noi 4 ci siamo appostati dietro di loro.

Donald ha esordito dicendo che era la prima volta che si trovava a Bellaria, ma non in Italia, avendo già visitato in passato varie città come Firenze, Venezia, Napoli e Positano. Ha rimarcato il fatto che il suo ruolo in Ritorno al Futuro sia stato il più rilevante nella sua lunga carriera di attore e doppiatore e nonostante siano passati decenni ancora moltissima gente si ricordi di lui come il Sindaco “Goldie” Wilson. Negli anni seguenti alla trilogia ha sentito e incontrato Michael J. Fox in molte occasioni e ovviamente è rimasto dispiaciuto per i problemi di salute che lo hanno colpito. Infine, essendo periodo di campagna elettorale in Italia, facendo un battuta ha consigliato di votare per lui!

Conclusa l’intervista, i fan della trilogia si sono messi in fila per farsi fare un autografo, chi su una foto di “Goldie” Wilson, chi su gadget e cimeli e chi come Anthony, un fan presente spesso ai nostri raduni, sul braccio per poi farci un tatuaggio. Donald si è mostrato sorridente e disponibile a soddisfare tutte le richieste anche maniacali dei fan collezionisti.
A seguire si è svolta la sessione foto, avvenuta all’esterno di fianco alla DeLorean. Ognuno ha quindi avuto modo di farsi immortalare a fianco del sindaco e con la DeLorean alle spalle.

Abbiamo fatto pausa pranzo facendo due passi in centro nel paese, poi nel pomeriggio siamo tornati con piacere al nostro stand. Mentre Donald seguiva il proprio programma, fatto per lo più di sessioni autografi nella sala interna, noi del fan club abbiamo passato il tempo tra risate, commenti e conversazioni con fan e amici che in genere ci seguono ai nostri eventi.
Immancabili e come sempre coinvolgenti con le loro gag sono stati Andrea Lucchi, vestito da Strickland e Alex Tesei, nei panni di Doc Brown. Alex come se non bastasse ha portato pure un vassoio di paste per tutti. Particolare interesse ha destato l’estrazione della lotteria in cui mettevamo in palio un paio di scarpe repliche delle Air Mag. Il vincitore neanche a dirlo è stato Anthony.

Arrivati alla conclusione di questa giornata, dopo una camminata verso l’albergo, siamo andati tutti a cena nel solito pub della sera prima. Abbiamo dunque bissato riempiendoci di panini, patatine, piadine e birra. Tra chiacchiere e risate siamo arrivati al brindisi finale che il tempo era volato.
Il tempo meteo invece stava peggiorando. Tanto che rientrando a piedi ci ha sorpreso la pioggia. Abbiamo corso verso il Palacongressi, dove avevamo lasciato le auto, ma la serata ancora non era finita. Siamo andati sul lungomare, dove ci avevano detto c’era una bombolonata organizzata dallo staff della StarCon, precisamente all’hotel di fianco a dove alloggiavamo. Siamo rimasti comunque giusto per un bombolone e un brindisi rum e pera e poi siamo usciti. Purtroppo il tempo era pessimo, quindi siamo rientrati ben presto.

Domenica 12 è stata soprattutto una giornata di commiati. Donald è stato di nuovo al nostro stand per un’altra sessione di autografi. Gli abbiamo consegnato il nostro Magazine e gli abbiamo parlato della storia del fan club, compresa quella di Nicola Marcaccini. Donald ha quindi fatto un video saluto per la famiglia di Nicola. Ci ha raccontato poi di essere anche un pilota appassionato di volo e ci ha mostrato alcune foto dell’aereo di cui è proprietario. In tarda mattinata, dati i suoi impegni, lo abbiamo dovuto salutare.

Nonostante piovesse, per la pausa pranzo siamo tornati in centro in paese per un trancio di pizza.
Nel pomeriggio l’esposizione allo stand è proseguita, ma sono iniziati i saluti tra di noi, staff e fan presenti. Con le prime partenze di fatto la manifestazione è finita.
Fuori dal Palacongressi vento forte e pioggia battente imperversavano, ma alla meglio ho ripreso il tutto e sono partito.

E’ stato un weekend breve ma intenso, piacevole e passato in buona compagnia, fatto di cose semplici ma che ti restano nel cuore.
In autostrada, in coda e sotto la pioggia, già avevo nostalgia. Davanti ai miei occhi scorrevano ancora i momenti salienti di questi giorni. Gli amici, lo stand, Donald, le cene, i panini, la birra, i bomboloni e le risate. Ma anche le passeggiate in notturna sul lungomare, dove eravamo soli ma questo già ci bastava per stare bene.
Purtroppo la strada verso casa diceva che quest’avventura ormai era finita. Ma dentro di me sapevo che tante altre ce ne sarebbero state e che quindi avrei avuto altre storie da vivere e raccontare.

Alessio


Galleria Foto