Telltale Games, chiude lo sviluppatore del gioco di Ritorno al Futuro

Purtroppo c’è una brutta notizia per tutti i videogiocatori, ma anche per tutti gli appassionati di Ritorno al Futuro che hanno avuto il piacere di provare e giocare Back To The Future: The Game, l’ultimo videogioco basato sulla nostra trilogia cinematografica pubblicato nel 2010.

Telltale Games, che ha sviluppato e pubblicato il gioco e tante altri titoli in tutto il mondo la settimana scorsa ha dovuto purtroppo chiudere i battenti per bancarotta che quindi ha portato alla definitiva chiusura. La settimana scorsa il culmine di una gravissima crisi che stava attraversando la software house da un pò di tempo.

Questo il comunicato ufficiale su Twitter:

Sempre durante la scorsa settimana gli eventi sono precipitati, la compagnia ha effettuato un licenziamento in massa di circa 280 dipendenti, un centinaio erano già stati licenziati. Con la compagnia ufficialmente in stato di bancarotta poi non sono scattate le clausole di salvaguardia statali per i lavoratori, che ora si vedono costretti a cercare lavoro altrove all’improvviso, alcuni sono già stati ricollocati presso altre compagnie del settore videoludico mentre altre si ritrovano senza un impiego.

Nonostante tutto però fino a poche settimane fa la società continuava ad assumere personale e mandare avanti i suoi progetti, forse in un disperato tentativo di poter risollevare le sorti in qualche modo, specialmente con gli ultimi progetti, sempre legati al settore cinematografico/serie tv che hanno avuto un successo enorme sul grande schermo.

La società è sempre stata famosa per la serie ad episodi, e specialmente per i nomi quali Sam & Max, Tales of Monkey Island ma anche i recenti Jurassic Park , The Game of Thrones, The Walking Dead e The Wolf Among Us, gli ultimi in cantiere erano The Wolf Among Us 2 e Stranger Things.

Come anche Back to The Future: The Game tutti i videogame (a parte qualche eccezzione) erano basati su licenze e quindi non di proprietà esclusiva della Telltale, licenze che non sono mai state economiche, visto anche il forte richiamo di pubblico, forse anche questo aspetto ha contribuito a indebolire la società dal punto di vista finanziario.

E il gioco di Ritorno al Futuro? Ci sarebbe stato un seguito? Per chi non lo avesse ancora giocato (invito a giocarlo sicuramente) non voglio fare nessuno spoiler ma tutto suggeriva un seguito!

Una scena del gioco di Ritorno al Futuro

8 anni fa il gioco fu molto apprezzato dal pubblico di videogiocatori, non poteva essere diversamente per un progetto realizzato in collaborazione con la Universal Studios, il grande due Bob Gale e Robert Zemeckis, con la partecipazione ovviamente di Marty e Doc con Micheal J. Fox e Christopher LLoyd che hanno prestato le voci ai personaggi in game.

Chissà se vedremo mai un seguito, noi ci speriamo comunque e speriamo che i ragazzi che hanno creato questi piccoli capolavori possano trovare al più presto un loro posto, meritano davvero.

Recensione di Back To The Future: The Game

 

Ritorno al Futuro 4 non ci sarà

Lascia un commento